NON SOLO STORYTELLING

Aggiornato il: giu 23

STORYTELLING, STORYDOING E STORYKEEPING


Ormai conosciamo l'efficacia dello storytelling e sappiamo che fare degli investimenti aziendali in questo senso offre delle opportunità all'azienda di potersi avvicinare al suo pubblico attraverso il racconto. Questo permette di instaurare un legame emotivo, con il suo fruitore, necessario per lo sviluppo di un coinvolgimento energetico con il brand e i suoi prodotti. Se da una parte il marketing crea e codifica presupposti, dall'altra lo storytelling ne sublima le possibilità. Gli esseri umani creano costantemente storie. Inventiamo storie nella nostra testa su come andrà la nostra giornata mentre andiamo in ufficio. Ci raccontiamo storie sui posti meravigliosi che vedremo e sulle cose emozionanti che faremo mentre pianifichiamo le nostre vacanze. Ci raccontiamo storie su come le persone ci trattano e su come le trattiamo. Se ci pensiamo bene noi siamo le nostre storie. Lo Storytelling è uno strumento del marketing, ma deve essere pensato come a un sistema per trasmettere i valori aziendali in modo da emozionare il pubblico e, di conseguenza, consolidare il rapporto tra esso e il brand.



RESTIAMO IN CONTATTO,

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

PER NON PERDERE I NOSTRI ARTICOLI

E LE NOSTRE INIZIATIVE: https://www.onevolution.net/contatti-x




Lo storytelling serve per trasmette uno scopo e le aziende con uno scopo vengono più facilmente notate e conquistano la fedeltà dei consumatori. Quindi non è sufficiente avere un prodotto o un servizio che risolva un problema: l'azienda deve sapersi distingue. I consumatori sono esposti a milioni di informazioni nell'arco della giornata, è facile che un'azienda si perda nel rumore di questa moltitudine di stimoli. Un'azienda può vendere qualcosa che è migliore rispetto a quella dei suoi concorrenti, ma il processo decisionale è più emotivo che logico, quindi raccontare una storia può aiutare una certa attività a distinguersi dai competitors. I ricercatori Walker e Glenn hanno mostrato il valore della narrazione mettendo all'asta oggetti insignificanti su eBay con racconti sinceri e scritti ad hoc. Gli articoli, che sono stati acquistati per circa $ 1,25 ciascuno, sono stati venduti per quasi $ 8.000 in totale. Questo mostra come un approccio allo storytelling intelligente può aumentare il valore percepito di qualcosa e generare un ROI significativo.


Disponiamo di potenti energie relazionali che non sappiamo utilizzare perché nessuno ci ha mai spiegato come fare. Le tecniche di comunicazione risultano poco efficaci se non vengono depositate su di una solida base di carattere personale: per una comunicazione nuova serve, in definitiva, un essere umano nuovo.

ACQUISTA ADESSO COMUNICAZIONE EVOLUTIVA di Michele Micheletti https://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__comunicazione-evolutiva-micheletti-libro.php?id=186533

Ma non esiste solo lo storytelling. In un'azione comunicativa strategica occorre padroneggiare e pianificare anche un'azione di storydoing. Si tratta del racconto, spesso svolto in tempo reale grazie ai social, di quello che un’azienda fa di buono per il pianeta e per le persone, di azioni concrete che dimostrano il suo sistema di valori positivi, di quello che l'azienda fa per realizzare i suoi prodotti e di come questi stessi prodotti funzionano apportando vantaggi e miglioramenti nella vita degli utilizzatori. La differenza tra storytelling e storydoing risiede, quindi, nella partecipazione attiva. Mentre lo storytelling riguarda il racconto di una storia volta all'interazione emotiva, lo storydoing si concentra sul fare in modo che questa storia dimostri concretezza e tangibilità. "Si passa dalla trasmissione dei valori aziendali per mezzo di narrazioni astratte o generali al racconto di azioni concrete che mostrano l’autorevolezza del brand (Elena Baglietti)." Lo utilizzeremo per evidenziare:


-Una certa attività aziendale

-Una specifica fase di produzione di un prodotto

-Un progetto che è stato pianificato ed è in partenza

-Un nuovo prodotto che stiamo per lanciare

-Un evento o un icontro importante per l'azienda


RICHIEDICI UNA CONSULENZA

PER LO STORYTELLING DELLA TUA ATTIVITÀ O DEI TUOI PRODOTTI


CONTATTACI: segreteria.onevolution@gmail.com



Molte aziende hanno successo nello storytelling ma non vivono attivamente la loro storia e non la integrano nel loro business quotidiano. Se un'azienda riesce a vivere la storia che presenta al mondo esterno, crea un'immagine precisa in cui clienti e partner possono riconoscersi e da questo si genera lo stimolo alla fiducia. Ma come creare uno storydoing di efficacia? Bastano solo poche e semplici domande che possono davvero fare la differenza in quello che un'azienda sta cercando di fare, eccone alcune:

-Qual è la nostra storia aziendale?

-Qual è il nostro obiettivo prioritario rispetto ai nostri obiettivi commerciali?

-Cosa/chi è il nostro “avversario”?

-Ci sono novità (eventi, cultura aziendale, modello di business)?

Se troviamo delle risposte valide a tutte queste domande, dovremmo allora considerare se queste risposte si riflettono anche nei prodotti, nei servizi, nell'identità aziendale, nelle competenze e nella cultura aziendale in generale. Se questo è il caso, allora siamo davvero pronti per creare una storia di successo della nostra attività.

RESTIAMO IN CONTATTO,

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

PER NON PERDERE I NOSTRI ARTICOLI

E LE NOSTRE INIZIATIVE: https://www.onevolution.net/contatti-x




"Lo Storykeeping è un’attività di marketing che, muovendosi in parallelo allo Storytelling e/o allo Storydoing, ha come suo scopo principale quello di dare continuità alle strategie che si basano sul racconto del brand. È fondamentale perché comprende tutte quelle operazioni di analisi e pianificazione strategica che permettono di non tagliare il filo, fatto di fiducia e coinvolgimento, tessuto tra azienda e clienti grazie all'attività di Storytelling di Storydoing (Elena Baglietti)." Le strategie di comunicazione si svolgono sempre per qualche anno e necessitano quindi di costanti e continue rivisitazioni e aggiustamenti. In questa ottica lo storykeeping si posiziona come l'attività di verifica, monitoraggio e adeguamento delle attività di storytelling e storydoing nell'arco dI tempo previsto dalla strategia di comunicazione. Forza, al lavoro!!!


Michele Micheletti è nato a Pisa nel 1969, è un coach professionista, formatore, consulente e docente nell’ambito della comunicazione efficace e del marketing da oltre venti anni. La sua provenienza dal settore della vendita e del marketing lo portano a definirsi uno “specialista della comunicazione”. Svolge attività di formazione in tutta Italia tenendo serate, conferenze e corsi sui temi della relazione interpersonale, dell’evoluzione personale e delle loro strette implicazioni.

RESTIAMO IN CONTATTO,

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

PER NON PERDERE I NOSTRI ARTICOLI

E LE NOSTRE INIZIATIVE: https://www.onevolution.net/contatti-x

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti