COSA VOGLIO DAL MIO CAPO

Tre domande efficaci, da fare in un colloquio di lavoro, per capire cosa cercare nella persona che dirigerà le nostre attività lavorative


Ormai è assolutamente chiaro e sperimentato: le persone non lasciano un lavoro, lasciano il loro manager.

Nella mia esperienza ho potuto sperimentare che nella ricerca di un lavoro le situazioni che si accettano sono di due tipi, da una parte troviamo la scelta della qualità di un certo lavoro-ruolo lavorativo e dall'altra la scelta di lavorare con la persona che di fatto poi gestirà e coordinerà la tua attività, ci svilupperà e (idealmente) ci aiuterà ad avanzare nella nostra carriera.


Rimaniamo in contatto per ricevere i nostri articoli e le nostre informative: https://www.onevolution.net/contatti-x


Quante volte ci siamo candidati per un ruolo che ritienevamo fosse perfetto per noi ma poi abbiamo avuto grossi ripensamenti dopo essere stato intervistati dal nostro potenziale manager? È perfettamente ragionevole rifiutare o accettare un ruolo in base a come ci sentiamo con quella persona con cui probabilmente dovremo avere più contatti e sinergie durante l'attività giornaliera. Ma che fare quando non si riesce a capire come potrebbe essere veramente il nostro "capo"? Alcune persone riescono a dissimulare in modo eccezionale per poi rivelarsi per come sono in realtà nei momenti di tensione o stress.

Come fare per capire se la persona che abbiamo di fronte fa in realtà al caso nostro in ambito lavorativo? Chiediamoci quanto segue:


1. Quali sono i tre valori più importanti per me?

Prendiamo carta e penna e annotiamo i tre valori più importanti per il nostro sistema di vita. Quali sono i valori principali nei quali mi identifico maggiormente e che ritengo indispensabili per il mio stato di esistenza: onestà, duro lavoro, rispetto , divertimento sul lavoro, relazioni personali, rispetto delle scadenze? Le risposte sono infinite, ognuno di noi è diverso dall'altro e questi valori di base si collegano strettamente alla scala dei nostri bisogni, ma qualunque siano le scelte che andremo a fare in questo esercizio cerchiamo di essere sinceri con noi stessi e pensiamo a quelle tre chiare situazioni sulle quali non saremo disposti a scendere a nessun compromesso. Una volta che ci siamo chiariti con noi stessi avremo la certezza della nostra azione, quando ci troveremo in una intervista di lavoro potremo rivolgere noi direttamente la domanda al nostro potenziale manager:

"Quali valori ritienie siano più importanti per avere successo in questo team e in questo ruolo che mi state proponendo?

Scoprendo quali sono i valori che il nostro interlocutore ha in grande considerazione, ammettendo ovviamente che non menta e che si esprima in virtù di ciò che crede veramente, possiamo farci un'idea di quella che potrebbe essere la nostra vita lavorativa in futuo in quel contesto aziendale.


Rimaniamo in contatto per ricevere i nostri articoli e le nostre informative: https://www.onevolution.net/contatti-x


2. Cosa voglio dal mio prossimo manager?

Che cosa stiamo cercando veramente oltre al posto di lavoro? Siamo alla ricerca di un capo espressione di autorità in grado di rafforzare e stimolare il nostro ego, oppure vogliamo un mentore in grado di guidare il nostro cammino? Dobbiamo pensarci davvero bene perchè questa nostra volontà guiderà la prossima mossa di carriera.

Se stiamo cercando una partnership equa e non siamo interessati a un mentore però finiamo nelle mani di un leader intenzionato a formarci in modi di cui non siamo entusiasti, questo genererà un forte e continuo attrito. Per ottenere il massimo dalla nostra prossima mossa nella ricerca del nostro lavoro della vita è necessario rispondere in modo preciso alla domanda: "quale tipo di leader ci serve in questo momento?". Quando avremo la risposat migliore e più esaustiva saremo in grado di porre a nostra volta una domanda precisa al nostro manager selezionatore.

"State cercando di assumere qualcuno in grado di essere performante in questo determinato ruolo fin dal primo giorno o state cercando di formare e sviluppare il vostro assunto verso il suo pieno potenziale in questa azienda?"

Dalla risposta capiremo se stanno cercando davvero di insegnare e formare qualcuno oppure cercano solo un fidato aiutante.


Rimaniamo in contatto per ricevere i nostri articoli e le nostre informative: https://www.onevolution.net/contatti-x


3. Da cosa sono motivato a fare del mio meglio?

Cosa mi motiva di più? Il denaro? La ricompensa monetaria? O forse è il viaggiare, oppure lo sviluppo personale o ancora la flessibilità lavorativa da casa. Qualunque sia la nostra motivazione primaria dobbiamo necessariamente capire se questa si allinea con le aspettative che l'azianda ha nei confronti dei propri collaboratori.

Se siamo più motivati quando lavoriamo da casa perchè amiamo gestire le nostre tempistiche più produttive, ma il capo si aspetta di vederci seduti alla scrivania in azienda dalle 9 alle 18, la scelta di lavorare in quell'azienda si rivelerà totalmente sbagliata per le nostre caratteristiche. Non sarà la cosa migliore per noi. Allo stesso modo, se ci piacciono gli elogi pubblici e il nostro capo pensa che per una gratificazione possa essere sufficiente una breve e-mail con ringraziamento, ci sentiremo feriti e sottovalutati. Durante l'intervista di valutazione sarà sempre meglio rivolgere una domanda come questa:

Come premiare i dipendenti di successo? Come riconoscete i loro meriti?

Se la risposta è "con un picnic aziendale annuale" quando invece siamo alla ricerca di quote societarie, avremo chiaro che la nostra ricerca del lavoro perfetto non è ancora terminata.


Rimaniamo in contatto per ricevere i nostri articoli e le nostre informative: https://www.onevolution.net/contatti-x


Ora che abbiamo svolto questo piccolo lavoro di chiarificazione dei nostri obiettivi nella ricerca di un lavoro e abbiamo riflettuto seriamente su ciò che vogliamo ottenere dal nostro prossimo manager, andiamo sul campo e vediamo come riusciamo a far funzionare le nostre domande. Il miglior capo di sempre è proprio dietro l'angolo.





Michele Micheletti

0 visualizzazioni